Chi siamo

16-02-14_05R

———————————–

ATTENZIONE!!! nuova mail: corale.caminese@libero.it

Ci trovate anche su facebook e sul nostro canale youtube

———————————–

La Corale Caminese è una formazione mista, di 30-40 elementi di tutte le età, a partire dai 14 anni, tra i quali una nutrita sezione giovanile. Dal 2001 la Corale è diretta dal Maestro Francesco Zorzini, con un repertorio variegato che conta brani sacri e profani, appartenenti a culture ed epoche e diverse, incluse alcune composizioni contemporanee.

Le prove si svolgono ogni giovedì e venerdì dalle 20:30 alle 21:30 presso l’auditorium Davide Liani (biblioteca comunale di Camino al Tagliamento) e sono aperte a tutti gli aspiranti coristi, senza alcuna selezione. L’attività della Corale Caminese è, infatti, improntata ad un approccio sociale e didattico, che prevede l’apertura a tutte le nuove voci, senza richiedere alcuna esperienza precedente con il canto o la lettura musicale. I nuovi coristi sono benvenuti tutto l’anno!140216camino0y

Le attività della Corale, oltre ai numerosi concerti che si dipanano nel corso dell’anno, includono anche  periodiche trasferte in Italia e all’estero: negli ultimi anni la Corale ha offerto ai coristi l’opportunità di visitare città Italiane come Roma e Torino, ma anche mete più distanti quali la Loira Francese, il Canada e l’Argentina.

La Storia

La Corale Caminese nasce, su impulso popolare, nel 1928 come coro di soli uomini diretto da Ettore Lovisetto, maestro elementare amante e conoscitore della musica. Pare che il desiderio di fondare una corale, nei giovani Caminesi di allora, fosse stato stimolato da alcune esibizioni di cori provenienti da altri piccoli paesi friulani, spingendo i paesani a chiedersi, con una punta di orgoglio campanilistico, come fosse possibile che Camino non avesse un proprio coro. Fin dagli esordi il coro si è dedicato in pari misura allo studio del repertorio sacro (la prima esibizione pubblica fu la messa “Te Deo Laudamus” del Perosi) e profano, inizialmente costituito da villotte. Durante i primi anni di attività, il coro si riuniva in un locale detto “La Baracca” messo a disposizione dall’allora pievano don Angelo Cecconi, riscaldato grazie alla legna portata da ciascun corista.

Nel corso degli anni si sono succeduti numerosi maestri, tra cui Marcello Sedran, ed alcuni sacerdoti quali don Lidio Pegoraro, don Guerrino di Fant, don Giuseppe Cecatto, allora cappellani a Camino. Per un certo periodo il coro ha perfino continuato la sua attività in assenza di un direttore, sotto la vigile supervisione di alcuni coristi più esperti.

Nel 1952, sotto la direzione di Bruno Zorzini, allievo di don Ceccato, anche le donne vengono ammesse nel coro, determinando il passaggio della formazione da coro virile a coro misto, quale è tuttora.

Negli anni ’60 la Corale Caminese si fonde con il coro della vicina San Vidotto, contribuendo, si dice, a superare storiche ‘rivalità’ tra i due paesi limitrofi.

Il 1976, anno del terremoto, vede un momento di svolta per la corale, con una fortissima partecipazione giovanile, a partire dal nuovo maestro, Fabrizio Fabris (a cui succederanno Cornelio Chittaro e Giordano Fabbro). In questo periodo di rinnovamento, il coro si dedica intensamente alla formazione musicale dei giovani, principio cardine che lo accompagnerà sempre, assieme allo scambio sociale e culturale con altre realtà corali, quali i Cantori Veneziani nel 1977, diretti allora dal maestro Davide Liani. Nello stesso periodo il coro si dedica allo studio della polifonia sacra e profana e a brani di autore straniero, oltre al repertorio tradizionale friulano (la cui divulgazione è stimolata anche grazie all’organizzazione delle Rassegne Corali di Ricerca e Studio del Canto Corale Friulano).

Durante questi anni il coro persegue sempre la sua finalità educatrice, promuovendo serate di ascolto con brani scelti di musica classica,  istituendo un corso di orientamento musicale per gli alunni delle scuole elementari e sovvenzionando, tramite le attività di raccolta della carta e degli stracci, l’acquisto di un pianoforte che verrà collocato nelle aule delle scuole elementari, dando la possibilità di avviare un corso di pianoforte (nel 1988 verranno aggiunti altri otto pianoforti, per far fronte al successo dei corsi). L’impegno della Corale nei confronti della crescita musicale e sociale della comunità è d’altronde speculare al sostegno che la comunità ha dimostrato alla formazione corale fin dai suoi esordi, grazie alla collaborazione delle famiglie caminesi alle iniziative di autofinanziamento, come le periodiche raccolte di ferro, carta e stracci. Negli ultimi decenni, al sostengo privato delle famiglie si è aggiunto anche il supporto delle varie amministrazioni comunali, che hanno tra le altre cose sovvenzionato il restauro dell’attuale sede della Corale, presso l’auditorium Davide Liani (Biblioteca Comunale di Camino al Tagliamento, ex Latteria Sociale).

Davide Liani

Davide Liani

Dal 1987 al 2001 la Corale viene diretta dal maestro Davide Liani, caminese di origine, ma compositore di fama internazionale e già direttore del Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. L’impegno ed il talento didattico del maestro ben si armonizzano con il tradizionale spirito del coro, che rimane incentrato sulla formazione dei giovani e dei meno giovani e sulla partecipazione sociale. Sotto la direzione del maestro Liani viene inaugurata quella che diverrà un’importante tradizione: nel 1991 la Corale  intraprende il primo grande viaggio-turnée visitando il Lussemburgo. Da questo momento i coristi, accompagnati da amici, parenti e numerosi compaesani visiteranno Italia, Europa e località oltre oceano, esibendosi tra le altre nella Repubblica Ceca, in Spagna, Germania, Inghilterra, Galles, Olanda, Belgio, e nella Loira francese, a Parigi, Vienna, Londra, Praga nonché in Umbria, Puglia e Sicilia ed infine a Roma e Torino, per citare solo alcune mete. Nel 2008 in occasione dell’ottantesimo anno di attività del coro è stata compiutala la prima tournee oltreoceano, nel Canada orientale, a cui è seguita dopo 2 anni una trasferta in Argentina.

Oltre a promuovere i viaggi e gli scambi con altri cori il maestro Liani ampliò fortemente il repertorio della Corale, introducendovi ad esempio brani antichi risalenti all’anno mille, opere classiche di autori quali Mozart o Vivaldi, ballate trovadoriche e composizioni del rinascimento italiano, ma anche musica d’autore contemporaneo o brani adattati da canzoni pop.

Dal 2001 la direzione della Corale è passata a Francesco Zorzini, allievo, come da tradizione, del maestro Liani e tuttora direttore del coro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...